Una struttura fonoassorbente riproducibile con la stampa 3D

Condividi questo articolo

Il Centro Nazionale Francese per la Ricerca Scientifica dell’Università della Lorena ha ideato un nuovo tipo di struttura fonoassorbente che sembra avere tutte le caratteristiche per definirsi “perfetta”, inoltre è riproducibile con stampa 3D!

Questa nuova superficie promette di assorbire quasi completamente (99,7%) qualsiasi onda acustica, anche a bassa frequenza, pur presentandosi con una struttura sottilissima e dai minimi ingombri, ideale per un impiego facile e su larga scala in settori come l’edilizia.

inquinamento acustico

Alla base dell’innovazione troviamo le meta superfici acustiche, materiali la cui struttura è in grado di deviare il percorso delle onde acustiche ed anche di quelle elettromagnetiche. Non si tratta di un buco nero in cui tutto viene inglobato, ma piuttosto di un abile gioco di specchi che annulla la diffusione delle onde facendole “scontrare” le une con le altre. Per portare a termine un compito tanto delicato ed invisibile agli occhi umani è necessario che questi materiali abbiano una struttura ad altissimo grado di precisione con caratteristiche di disomogeneità, anisotropia e risonanza (Fonte: http://www.rinnovabili.it/).

Le strutture fonoassorbenti tradizionali hanno una struttura stratificata, ogni livello è deputato quindi ad assorbire una determinata lunghezza d’onda incrementando così l’ingombro del pannello. L’innovativa superficie creata dai francesi invece è costituita soltanto da due strati “accordati” per intercettare frequenze basse intorno ai 123 Hz.

La possibilità di riprodurre questa superficie tramite stampa 3D può segnare la svolta positiva per la sua diffusione e commercializzazione, con grande giovamento per la qualità della vita dei cittadini.

Condividi questo articolo

Pin It on Pinterest

Share This