Prototipi in ceramica dalle elevate prestazioni

Condividi questo articolo

Le ricerche sull’additive manufacturing hanno interessato anche il mondo dei materiali in ceramica per ottenere prototipi dalle elevate prestazioni. Una delle varie branche di questa ricerca ha indagato possibilità di utilizzare la tecnologia della stereolitografia (SLA) per ottenere prototipi in ceramica. Nel corso di pochi anni si è passati da piccole macchine per prove da laboratorio a macchine con buone superfici di piattaforma capaci di fronteggiare la produzione di massa e di realizzare prototipi con una buona finitura superficiale.

Il processo per ottenere prototipi in ceramica

Il processo che genera questi prototipi è un mix delle classiche tecnologie di AM. Dopo la creazione del file 3D adatto alla stampa la macchina viene avviata e grazie alla combinazione del laser con sistema di recoating la stratificazione della resina ceramica avanza strato su strato. Al termine della costruzione il prototipo ha bisogno di una prima pulizia grossolana e poi di una ultima fase di deceraggio e sinterizzazione che eliminano la resina in eccesso e completano la solidificazione della ceramica. In questo modo si ottengono le elevate prestazioni dei materiali.

I settori industriali più interessati alle evelate prestazioni del materiale ceramico

I settori industriali maggiormente interessati e direttamente coinvolti dalla tecnologia AM in ceramica per le elevate prestazioni dei materiali sono l’aerospaziale, l’aeronautico ed il biomedicale. Parliamo nello specifico di una grande resistenza alle alte temperature, durezza, isolamento elettrico, isolamento termico, resistenza all’usura, alle abrasioni e alla corrosione.

I prototipi in ceramica nel mondo aerospaziale ed aeronautico

L’industria aerospaziale mira costantemente all’ottimizzazione delle prestazioni delle sue apparecchiature e i materiali ceramici hanno proprietà fisico-chimiche eccezionali come resistenza alla corrosione, isolamento elettrico. L’additive manufacturing rende finalmente possibile realizzare prototipi ottimizzati anche dal punto di vista del peso e della geometria senza i limiti imposti dalle tecnologie tradizionali.

I prototipi in ceramica nell’industria chimica e delle telecomunicazioni

L’industria chimica e farmaceutica, il settore delle telecomunicazioni e dell’industria avanzata apprezzano molto la possibilità di realizzare prodotti di design con materiali altamente preformanti con i quali riducono notevolmente tempi di risposta delle analisi e dei test necessari prima del lancio del prodotto.

I prototipi in ceramica nel biomedicale

La biocompatibilità dei materiali ceramici consente alla medicina e alle sue applicazioni pratiche la possibilità di creare impianti ossei sostitutivi riducendo sensibilmente il rischio di rigetto o di infezioni post-operatorie.

Condividi questo articolo

Pin It on Pinterest

Share This