Prototipazione rapida plastica: tecnologie, esempi, servizi

Condividi questo articolo

Prototipazione rapida plastica

Le tecnologie di prototipazione rapida sono principalmente impiegate nei materiali plastici, negli ultimi anni si sono evolute anche macchine che consentono di produrre prototipi in materiali metallici ma i campi di applicazione sono piuttosto contenuti per ovvie ragioni di costi e ridefinizione delle capacità progettuali di alcuni settori industriali.

Cos’è la prototipazione rapida in plastica

La prototipazione rapida è l’insieme delle tecnologie industriali volte alla realizzazione di un prototipo;

Questo step è diventato ormai indispensabile per verificare la bontà delle fasi di engineering, fare dei test estetici, ergonomici, funzionali o di altra natura sul prodotto che si sta sviluppando.

Prototipazione rapida è sinonimo di additive manufactuting e stampa 3d.

Con questi termini ci si riferisce a processi che permettono di costruire oggetti su strati orizzontali partendo da file tridimensionali in formato .stl

A cosa serve

La prototipazione rapida e i vari servizi di stampa 3d permettono la realizzazione di prototipi in diversi materiali, come plastica o resina.

I costi sono diversi a seconda del materiale, della complessità del progetto e delle dimensioni.

Il processo è rapido ed efficace, riduce i rischi di errore nelle produzioni, consente revisioni e verifiche frequenti con ovvie ottimizzazioni dei tempi e costi di sviluppo. 

I sistemi di prototipazione rapida producono modelli 3d in poche ore, ma il tempo varia in base al processo scelto, al tipo di macchina utilizzata e alla dimensione del prototipo fino ad arrivare a giorni.

Quali tecnologie si utilizzano

Le principali tecnologie di prototipazione rapida sono

Materiali utilizzati

SLA Stereolitografia

La stereolitografia si basa sulla polimerizzazione di un liquido per effetto di un laser.

Il processo parte con la creazione di supporti necessari per la costruzione del pezzo. Questa tecnologia è molto usata per prototipi estetici, per produrre prototipi simil ABS e come master per pre-serie da stampi in silicone sottovuoto.

Il materiale trasparente Accura ClearVue risponde ai requisiti USP Classe VI per la produzione di prototipi a contatto con pelle, cibo e farmaci

DPL Stereolitografia LCD

Differisce dalla stereolitografia per la sorgente luminosa.

Il laser viene sostituito da un proiettore HD.

In questo processo lo strato di resina, colpito dal fascio di luce del proiettore, indurisce contemporaneamente in tutti i punti appartenenti allo stesso layer.

Molto utilizzata in ambito odontoiatrico per investimento e dimensione area di lavoro contenuto

SLS Sinterizzazione Laser

La sinterizzazione laser selettiva si serve di un laser per sinterizzare polveri di PA.

Non ci sono supporti  perché il pezzo viene sostenuto dalla polvere stessa durante la costruzione.

Posso essere utilizzate anche polveri caricate metallo, vetro o ceramica per aumentare le performance termiche, meccaniche.

I materiali PA12 e PA12+30GF sono in possesso della certificazione USP Classe VI per la produzione di prototipi a contatto con pelle, cibo e farmaci.

HP Multijet Fusion

La tecnologia MJF è l’evoluzione della sinterizzazione laser; consente di realizzare prototipi con materiale nylon PA, nylon +30% GF, nylon +30% Alluminio, nylon +30% carbonio; diversamente dalla sinterizzazione i prototipi sono più compatti, impermeabili e più definiti in superficie, molto spesso anche più precisi.

Il costo dei prototipi di HP generalmente è inferiore rispetto alla sinterizzazione di nylon

FDM Fused Deposition Modeling

FDM letteralmente significa modellazione a deposizione fusa ed è una tecnologia di modellazione tridimensionale che utilizza filamenti di materialie definitivo come ABS, PC, ULTEM, PEEK.

Il materiale ABS-M30i è biocompatibile conforme alle norme ISO 10993 e USP Classe VI per la produzione di prototipi a contatto con pelle, cibo e farmaci.

Per scegliere il processo e i materiali più idonei alla tuo progetto è importante consultare le schede tecniche disponibili nelle varie tecnologie di stampa 3d

Case History: esempi pratici

Condividi questo articolo

Pin It on Pinterest

Share This