Difesa ed aeronautica

Modello in scala 1:17 per Veicolo Spaziale senza pilota USV3

Dal file CATIA originale del veicolo abbiamo ideato e progettato il modello, il sistema di ancoraggio e il packaging idoneo al trasporto.

Le specifiche del committente Cira Centro Italiano Ricerche Aereospaziali erano di realizzare un modello in scala 1:17 del velivolo idoneo per la presentazione del programma di lancio in fiera

La scelta delle tecnologie di produzione è stata condizionata dalla necessità di avere un mock-up robusto e cin un sistema di rotazione manuale utile per agevolare la visualizzazione del modello.

I modelli piccoli sono stati realizzati per essere distribuiti in fiera alle delegazioni estere.

Condividi

Descrizione del portfolio

La progettazione, lo sviluppo e la produzione di un sistema spaziale fa parte di un sistema molto complesso in cui cooperano tecnologie di ogni genere ad altissimo livello

Per questo progetto il CIRA ci ha coinvolto nella realizzazione di un modello in scala 1:17 e i modellini più piccoli da scrivania in scala 1:50

L’ obiettivo era di utilizzare il modello per la presentazione del programma in eventi fieristici e di distribuire i modellini alle delegazioni

Il primo step, come per ogni progetto, è la condivisione delle specifiche.

Capire nel dettaglio quali sono le esigenze e le aspettative del cliente, quale sarà la funzionalità e l’uso del modello è fondamentale

Per la nostra esperienza è lo step più importante perchè in questa fase vengono fatte delle scelte progettuali, tecnologiche e di scelta materiali che si ripercuotono sul prodotto finito, sulla validità estetica e funzionale dell’intero progetto

Partendo dal file originale 1:1 la prima operazione è stata la riprogettazione del modello per arrivare alla scala desiderata.

Questa operazione non è affatto banale perchè deve tener conto delle giuste proporzioni, di dettagli che con una scalatura automatica potrebbero perdersi e del processo produttivo da utilizzare

In questo caso specifico la complessità del progetto è stata piuttosto contenuta soprattutto perchè il prodotto finito da realizzare era principalmente statico.

Questo ha consentito di scegliere rapidamente le tecnologie da utilizzare calcolando semplicemente il peso del sistema e l’influenza del movimento manuale del corpo centrale sulla struttura

Il modello è stato realizzato all’interno di una nicchia con la possibilità di ruotare manualmente intorno al suo asse.

Per garantire la tenuta del modello e la rotazione, abbiamo ideato un sistema di ancoraggio del corpo centrale alla base. Tutto è stato prodotto con lavorazione meccanica fresando UREOL

La zona della copertura alare retrostante è stata realizzata in termoformatura

Dopo la realizzazione delle parti abbiamo eseguito la verniciatura bianca nella parte dorsale, nera nella parte ventrale e proseguito con la stampa dei diversi loghi in serigrafia nelle zone preposte

Il modello è stato consegnato in contenitore realizzato appositamente e idoneo per il trasporto

Per i modellini piccoli abbiamo utilizzato la stereolitografia per il corpo centrale, successivamente verniciata e serigrafata. Il supporto trasparente è stato prodotto il plexiglass

Anche per i modellini abbiamo studiato un apposito packaging

Condividi

Pin It on Pinterest