La produzione in serie di parti da stampaggio ad iniezione

Condividi questo articolo

Se devi produrre un prodotto in plastica e prevedi tirature annue che superano le migliaia di pezzi anno la soluzione è realizzare stampi a iniezione per lo stampaggio plastico. Il processo prevede la progettazione e la costruzione dell’attrezzatura di produzione a partire da un file 3d del particolare che bisogna produrre.

Una delle valutazioni che deve essere fatta in fase di progettazione cad 3d di un particolare in plastica è la sua stampabilità che è sinonimo di producibilità industriale. Oltre questo il progettista deve valutare anche come progettare lo stampo al fine di ottimizzare i costi; le scelte fatte in questa fase possono incidere notevolmente sia sulla qualità del pezzo in termini di estetica e funzionalità in termini di costi dello stampo stesso.

Con opportuna progettazione dello stampo è possibile produrre particolari complessi che presentano sottosquadri o che prevedono il costampaggio di inserti metallici o il sovrastampaggio di materiali diversi (es materiali morbidi su materiali rigidi).

La scelta del materiale di produzione dello stampo è molto legata alle tirature e al materiale che verrà utilizzato per lo stampaggio.

Se il numero dei pezzi da produrre è contenuto e il materiale da utilizzare è morbido (gomme, polipropilene o polietilene) è possibile scegliere alluminio. Se il materiale da utilizzare per lo stampaggio è duro o caricato, è necessario valutare con più attenzione come produrre lo stampo perché potrebbe usurarsi rapidamente con i cicli di produzione. In questi casi si sceglie quasi sempre acciaio.

Prima di avviare la progettazione e la produzione dello stampo noi consigliamo sempre di produrre un prototipo di stampa 3d per validare la progettazione.

La progettazione dello stampo deve tenere conto delle specifiche condivise con il cliente in fase di engineering al fine di rispettare tutti i requisiti tecnici, estetici, dimensionali ed economici.

L’esperienza ci consente di individuare le migliori soluzioni tecniche per la costruzione degli stampi in relazione alle a:

  1. Materiale con cui costruire lo stampo tra acciaio e alluminio
  2. Punti e sistemi di iniezione
  3. Modalità di estrazione post stampaggio
  4. Sistemi di termoregolazione
  5. Zone di scorrimento e movimenti dello stampo
  6. Trattamenti termici
  7. Finiture superficiali e goffrature
  8. Utilizzo prototyping per validazione engineering

L’analisi costruttiva di ogni punto consente di avviare una produzione ottimale con ovvi benefici per il cliente.

In questo case study il cliente ha scelto di realizzare un prototipo prima di avviare la progettazione dell’attrezzatura. Il modello realizzato in stereolitografia è stato utilizzato per verifiche progettuali, di assemblaggio, ergonomiche e di validazione del progetto nel suo complesso.

Questo consente di apportare tutte le modifiche di ingegnerizzazione sul prodotto ed evitare errori in fase successiva, la progettazione e costruzione degli stampi di produzione.

I tempi di realizzazione dello stampo e della prima produzione da stampaggio sono tra 7 e 9 settimane, la prima campionatura è necessaria per controllo dimensionale e accettazione dello stampo e dopo questo primo step si prosegue con lo stampaggio definitivo.

HCA Kompact è un prodotto di MAC3, leader mondiale nella progettazione e produzione di accessori per il controllo di livello, con la più ampia gamma di interruttori a galleggiante, e per l’automazione di stazioni di pompaggio.

Hydro Controller è un inverter variatore di velocità con le seguenti opzioni:

  • per pompa singola e per gruppi.
  • su passaggio d’acqua e raffreddato ad aria.
  • disponibile con alimentazione monofase per pompa monofase, alimentazione monofase per pompa trifase (220V) e alimentazione trifase per pompa trifase.

L’interfaccia è stata studiata per facilitare la user experience e agevolare la visualizzazione dei parametri di funzionamento e allarme. I parametri per la messa in funzione sono principalmente la pressione desiderata e la corrente massima della pompa; in caso di anomali HydroController protegge l’autoclave spegnendo.

Grazie a MAC3 e a tutto il suo staff per aver scelto COESUM in questo progetto.  

Condividi questo articolo

Pin It on Pinterest

Share This