La prima calzatura hi-tech con il grafene

Condividi questo articolo

Stamattina è stata presentata al Micam di Milano la prima calzatura realizzata con l’ausilio del grafene. Si tratta di un progetto nato dalla collaborazione tra l’azienda calzaturiera Fadel, con sede a Lucca, e l’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova.

L’IIT, fiore all’occhiello della ricerca applicata in Italia, è da tempo impegnato nella flagship grafene 2013-2023, progetto europeo che ha ottenuto un miliardo di finanziamento per velocizzare il passaggio del grafene dal laboratorio al mercato di massa, ad oggi il materiale grezzo viene prodotto all’interno del Graphene Labs di IIT e nello spin-off Bedimensional.

grafene_granuli

I 30 ricercatori del laboratori dell’IIT hanno trovato il modo di immergere la struttura reticolare del grafene nel poliuretano, materiale primario di suole e solette delle calzature Fadel trasferendo alcune importanti proprietà chimiche alla scarpa. I cristalli bidimensionali di carbonio e la struttura esagonale con cui si presenta questo innovativo materiale conferisce una maggiore dispersione termica e quindi maggior confort per il piede, una maggiore impenetrabilità del materiale ad agenti batterici e simili ed una leggerezza e flessibilità decisamente convincenti.

Grapene_reticolato

Il primo step di questa collaborazione ha riguardato nello specifico lo studio e l’ottimizzazione del materiale per poter essere mescolato alla soletta della scarpa, è previsto un secondo step che analizzerà i termini della integrazione del grafene di macchinari ed ai processi chimici che vengono utilizzati per la costruzione di serie delle calzature, portando perciò questo nuovo materiale alla ribalta nel mondo della mass production.

Condividi questo articolo

Pin It on Pinterest

Share This