Ancora una volta arte….e manifattura additiva, per un successo straordinario!

Condividi questo articolo

Da poche ore si è conclusa la V edizione del Festival biennale internazionale dell’arte ambientale “SeminariaSogninterra” che si è svolto nell’incantevole Borgo di Maranola. Il tema di quest’anno è stato “la memora dell’acqua“, in riferimento al fatto che nel precedente anno ci sono state considerevoli perdite dall’acquedotto pubblico e questo ha portato alla mancanza di acqua nelle case del paese. Lo scopo principale è stato quello di sensibilizzare le persone su questo grande problema.

Nel corso dell’evento, il paese è stato trasformato in un museo all’aria aperta, sotto le stelle,  con l’ausilio di opere, strutture e vere e proprie mostre. Una parte importante dell’evento è stato dedicato alle opere create grazie alle tecnologie innovative, come “Sete” grande opera dell’artista Luciano Sozio che per la realizzazione ha deciso di rivolgersi ancora una volta alla professionalità di COESUM e alle tecnologie di prototipazione rapida.
E dopo un piccolo breaf in COESUM da un’idea geniale di nuovo Make it Real!!!

Questo il pensiero che ha ispirato l’artista“La sete inizia dove finisce l’acqua. I bicchieri raccolti dalle famiglie maranolesi riempiono lo spazio, ma sono vuoti come bocche aperte e tese verso qualcosa che non arriva. Chi distribuisce l’acqua e con quale criterio?”

In questo specifico caso l’esigenza era quella di produrre una grande goccia d’acqua, per questo abbiamo scelto il materiale trasparente Accura Clearvue.

Il prototipo uscito di macchina è stato carteggiato e preparato per la verniciatura in trasparente blu per simulare il colore dell’acqua. La goccia è stata installata in una stanza piena di bicchieri di acqua e la goccia rotea sopra grazie a un aeroplano in movimento

Luciano-Sozio-SETE.-.-.-La-Sete-inizia-dove-finisce…-1

Ancora una volta è stato un onore collaborare con Luciano Sozio e collaborare come partner per un evento di spessore unico e contribuire alla realizzazione di un’opera unica che ancora una volta conferma le infinite potenzialità e applicazione del prototyping.

Condividi questo articolo

Pin It on Pinterest

Share This